Campionato Italiano VV.F arrampicata Sportiva

valdagno arrampicata 2015 10Torna a Valdagno il Campionato italiano di arrampicata sportiva dei Vigili del fuoco, giunto alla quarta edizione. Dopo le prime due, nel 2009 e 2010, sempre a Valdagno, e la terza edizione che si è disputata a San Giustino Umbro, nei pressi di Perugia, era da qualche anno che la manifestazione mancava dalla scena. A fare da teatro di gara, il 3 ottobre, sarà la parete attrezzata del PalaSoldà, sulla quale si confronteranno atleti atleti provenienti da tutta Italia. Impegnati nell’organizzazione sono il comando dei Vigili del fuoco di Vicenza ed il distaccamento di Schio, con i patrocini della Provincia di Vicenza e del Comune di Valdagno, ed in collaborazione con il Gruppo rocciatori “I Sogati”, della Scuola di montagna intersezionale “Gino Soldà” e della ProValdagno.

Per Ulteriori informazioni: http://www.vicenzareport.it

Famila Schio campione d'Italia

schio

Campioni d'Italia. Il Famila Schio con una prova di grande autorità ha dominato la finalissima scudetto, dando sempre l'impressione di avere in pugno la partita. Vittoria finale per 68 a 54 con tro Passalacqua Ragusa e sesto scudetto nella storia della squadra di Schio.

 

Nalini sceglie il Vicentino per il catalogo 2014

Nalini ha scelto alcune location del Vicentino come scenografia per il catalogo spring summer 2014.

Ecco alcuni scatti a Monte Berico, Nanto, Castegnero, Costozza e nel basso Vicentino.

scansione0011 scansione0012 piccscansione0013 piccscansione0014 picc

IL CASO: Giro d'Italia e villa la Rotonda

Fa ancora discutere la mancata inquadratura dei due monumenti più importanti della città del Palladio durante la diciassettesima tappa del Giro d´Italia.Riprese tv senza Rotonda. «Grave errore»

24 14 gdv f1 246

La villa Rotonda vista dall´alto: ma non è stata ripresa dalla tv

La gara è passata, restano le polemiche. Sì, per quella villa palladiana, Capra detta la Rotonda, e per un altro capolavoro dell´architetto vicentino, la Basilica palladiana che sui video della Rai non sono comparsi. E ancora, la salita degli Ulivi, abbarbicata, sui Colli berici dove le telecamere non hanno saputo spaziare per dare un´idea, un´impressione, a chi seguiva il giro in Tv, di che cosa ci fosse attorno al circuito di gara.

Un´occasione persa, una festa a metà. Eppure, tutto è filato liscio: sole, 200 mila spettatori, nessun ferito tra i ciclisti, il quarto posto del vicentino Filippo Pozzato. Gli organizzatori della tappa hanno lavorato mesi e mesi per riportare il Giro in città. Tra loro Moreno Nicoletti, anima e cervello di un´iniziativa che ha saputo rimettere lo sport per antonomasia, il ciclismo, nel posto che occupa tra gli italiani e tra i veneti in particolare. Nel cuore.

«È stato un errore ingiustificabile - spiega l´avv. Claudio Pasqualin, componente del comitato -. Purtroppo c´è un solo responsabile ed è il team leader. Lo dico con un velo di tristezza, sono poco meno di 40 gli operatori Rai al seguito del Giro, evidentemente non hanno ricevuto gli input corretti. So per certo che Auro Bulbarelli si è arrabbiato per la postazione dove si vedevano le interviste: era girata verso viale Roma e non in viale Dalmazia, dove molti più spettatori avrebbero potuto seguire quanto avveniva in studio. Solo lavorando si commettono errori, diciamo che questo non doveva accadere. Non a Vicenza. E non lo sostengo per provincialismo - conclude - ma non si possono dimenticare i due monumenti più importanti di una città protetta dall´Unesco. In maniera molto diplomatica lo faremo sapere».

Un incidente che il direttore generale del Consorzio Vicenza è, che ha seguito tutta la gara in tv, bolla come un retrocessione calcistica. «Ormai siamo proprio in Lega Pro, nessuno ci considera più. Ho visto altre tappe e il trattamento che è stato riservato alla città e alla corsa sui Colli berici è stato da retrocessione - sostiene Vladimiro Riva -. Era inquadrato il percorso, ma non si intuiva quello che c´era attorno. E poi la Rotonda, la Basilica, sono sviste inammissibili. Ormai è andata. Ancora un´occasione persa. Bisogna osare di più - conclude Riva -. Vicenza non merita solo un arrivo potrebbe puntare ad un paio di giorni di permanenza della carovana rosa con una crono di mezzo. Allora sì che il turismo comincerebbe a farsi sentire».

Soddisfatto della manifestazione il governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha ringraziato tutti i vicentini che hanno affollato le strade creando un´atmosfera emozionante «simbolo della passione e del legame che i nostri territori hanno con questo sport». «È un onore ospitare la Corsa in Rosa - ha spiegato Zaia -, la nostra regione ha dimostrato ancora una volta una grande capacità organizzativa. Il Giro d`Italia e il Veneto rappresentano un binomio vincente e inscindibile in grado di creare altre splendide pagine di sport». Infatti, sempre più spesso lo sport diventa un volano, un´occasione per far vedere non solo un territorio ma quanto vi è all´interno. Se le riprese su Lonigo non sono mancate e se gli operatori hanno scelto il santuario di Monte Berico per inquadrare la volata finale in città, forse nelle case degli italiani doveva entrare dell´altro, tra una salita e un arrivo coinvolgente.

«Non possiamo controllare tutto - dice Moreno Nicoletti - poi, a tre chilometri dal traguardo, si pensa al corridore. Sta di fatto che la tappa di ieri ha avuto un´audience molta alta, poi Basilica e Rotonda erano state fatte vedere di mattina nella scheda che precedeva la partenza. Mi rendo che non è la stessa cosa, ma concentriamoci sulla festa». «Nessuna polemica - taglia corto Stefania Villanova presidente del Comitato che ha organizzato la tappa - il successo è stato clamoroso. È vero, sono mancati due gioielli storici, ma c´erano 200 mila persone che hanno potuto vedere campioni, assaporare emozioni».
Intanto un lettore ci segnala che sugli schermi è passata un´immagine dell´Arena di Verona. Che dire? Oltre il danno anche la beffa. 
© IL GIORNALE DI VICENZA 24 MAGGIO 2013

Mercoledì il monumento era stato ignorato dalle riprese del Giro. Nella tappa di ieri il gioiello vicentino è stato scambiato per un´abitazione signorile sui colli. La Rotonda va in Rai. Ma è quella sbagliata

La tv è tornata in città per rimediare alla gaffe L´elicottero ha mostrato villa Folco a Monte Berico E la speaker: «Ecco la pura forma di Palladio...»

27 13 gdv f1 241

Villa Piovene, sopra alle scalette di Monte Berico, scambiata dalla Rai per la Rotonda. COLORFOTO

Doveva essere il giorno del “risarcimento" per Vicenza. dopo che nella tappa di mercoledì i gioielli palladiani più conosciuti e copiati nel mondo erano stati oscurati dalle telecamere del servizio pubblico. Alle 15.05 su Rai 3 le premesse sembravano ottime: primo piano sull´orologio della Torre Bissara. Zoom. Campo lungo sulla Basilica Palladiana. Poi, l´irreparabile.

«Ed ecco Villa La Rotonda, la pura forma di Andrea Palladio, l´autore de “I quattro libri dell´architettura"». L´audio è inappuntabile. Viene citato anche Goethe (“Mai l´arte architettonica ha raggiunto un tal grado di magnificenza"). Peccato che le riprese aeree inquadrino un altro elegante edificio, distante qualche centinaio di metri dal capolavoro dell´architetto veneto. E l´orgoglio berico finisce sotto i tacchi.

Da parte di Mamma Rai l´intenzione di rimediare alla gaffe precedente c´è stata. L´occasione la dava l´ultima tappa, da Riese Pio X a Brescia, che riportava la carovana rosa sulle strade della città. Peccato che nemmeno stavolta i telespettatori abbiano potuto ammirare villa Almerico Capra. Sì, perché mentre la giornalista Alessandra De Stefano ricapitolava nella “cartolina" del Giro le bellezze artistiche del percorso, davanti agli occhi del pubblico è passata un´immagine sconosciuta anche ai vicentini. Si trattava di villa Piovene, tra la curva del Cristo e le scalette di Monte Berico, di proprietà degli eredi di Giancarlo Folco, l´industriale tessile scomparso nel 2011. Bellissima, per carità. Una reggia che non ha nulla da invidiare alle dimore dei divi di Hollywood, con un parco ben curato, campo da tennis e... piscina.Particolari decisamente poco palladiani, che avrebbe dovuto insospettire l´anonimo operatore (le immagini erano state registrate qualche ora prima). E invece no. Come si dice: pexo el tacon del sbrego.

Vladimiro Riva, che con il Consorzio “Vicenza È" si occupa di promozione turistica della città, ha rischiato di rimetterci il televisore al plasma. «Stavo per lanciare una scarpa contro lo schermo, poi mi sono trattenuto. Ma è stato un pugno allo stomaco. Sia chiaro: non ce li ho con gli organizzatori della tappa vicentina, che non hanno alcuna responsabilità. L´errore della Rai è stato clamoroso, non so se per ignoranza o per disinteresse. Di sicuro per mancanza di rispetto. Sabato mi sono guardato la tappa sulle Dolomiti, più volte nominate come patrimonio dell´umanità. Su Vicenza nessun cenno all´Unesco. Mercoledì nel furore agonistico si sono dimenticati di inquadrare la Rotonda, ma in compenso sono riusciti a far vedere il nuovo tribunale. Ieri è andata persino peggio».

Raggiunto al telefono, il team leader della spedizione giornalistica di Rai Sport Auro Bulbarelli è trasecolato. «Avevo segnalato personalmente agli elicotteristi di riprendere la villa, mi sembrava un modo gentile per rimediare alla dimenticanza di mercoledì. Le immagini ordinate sono arrivate pochi minuti prima della messa in onda. Poi è iniziata la diretta e non c´era modo di cambiarle. Ora per favore non massacrateci».

E chi ha lavorato per mesi (anche) per portare in tv uno dei tesori dei Berici, cosa dice? «Se non fossi arrabbiato - commenta l´avvocato Claudio Pasqualin - sarei divertito. Sabato mi ha chiamato Bulbarelli. Di sua iniziativa, e mi aveva assicurato che la svista sarebbe stata rimediata. Sono ancora incredulo. Ma noi non c´entriamo: ad impossibilia nemo tenetur».

© IL GIORNALE DI VICENZA 27 MAGGIO 2013

16 maggio: anche Matteo Marzotto alla Mille Miglia

È iniziato il conto alla rovescia in vista della Mille Miglia 2013 che arriverà a Vicenza giovedì 16 maggio. Ai blocchi di patenza si presenteranno 5 equipaggi vicentini fra gli oltre 400 che hanno superato la scrupolosa selezione della Commissione esaminatrice.

Eccoli in ordine di partenza:
Numero 8:Massimo Amenduni Gresele e Fabrizio Vicari
Vettura: ALFA ROMEO - ITALIA
Modello: 6C, 1500 MMS. Anno di costruzione: 1928
Quest'Alfa Romeo, guidata dall'amministratore delegato delle Acciaierie Valbruna Massimo Amenduni, ha preso parte alla Mille Miglia del 1929 arrivando terzo nella sua classe guidato dal pilota privato Elia Scampini di Gallarate che terminò la Mille Miglia in poco meno di 21 ore, a quasi 3 ore di distanza dal vincitore Campari, anche lui su Alfa Romeo.

Numero 33: Giancarlo Giacomello e Luigino Gennaro
Vettura: BUGATTI - francia
Modello: T 37 Anno di costruzione: 1926

Numero 85: Luca Patron - X
Vettura: FIAT - italia
Modello: 514 MM  Anno di costruzione: 1931

Numero 123: Matteo Marzotto - Silvestro Specchia
Marca Vettura: FIAT - italia
Modello: 1500 6C Sport Anno di costruzione: 1937

1000migliaPer ricordare lo zio Giannino, vincitore di due Mille Miglia, nel 1950 e nel 1953, al volante c’è il vicentino Matteo Marzotto, imprenditore italiano, presidente della casa di moda Vionnet, fino al 2008 presidente di Valentino S.p.A. e, fino al 2012, presidente dell'ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo). Marzotto, che ha partecipato alla Parigi-Dakar 2002 in coppia con Paolo Barilla, sarà navigato da Silvestro Specchia, consigliere del Club Mille Miglia Franco Mazzotti, due volte terzo alla Mille Miglia.
Numero 340: Paolo Berton - Paolo Berton
Vettura: MASERATI - italia
Modello: 150 S Anno di costruzione: 1955

FIAB Assemblea Nazionale a Vicenza

L'assemblea ordinaria 2013 della FIAB si svolgerà a Vicenza nei giorni 6 e 7 aprile.

PROGRAMMA

Venerdì 5 aprile
Mattino:Workshop per tour operator italiani e stranieri: Il territorio veneto e vicentino da scoprire in bicicletta. A cura del Consorzio Vicenza è.
Pomeriggio: Escursioni in bicicletta a Vicenza e dintorni a cura di Tuttinbici FIAB Vicenza. Tre partenze: ore 15:00, 17:00 e 18:00
Biciclette a noleggio gratuito fornite da Zeppelin/Girolibero.
 
Sabato 6 aprile 2013.
CONVEGNO INTERNAZIONALE
Cicloturismo: risorsa per l’economia e il territorio
Sala dei Fondatori - Centro Congressi Confartigianato
Via Fermi, 201 - Vicenza
Ore 9:00 registrazione partecipanti
ore 9:30 Saluti del Presidente di Tuttinbici FIAB Vicenza Stefano Maboni e del Presidente della Confartigianato Vicenza Valter Casarotto
ore 9:45 Saluti del Sindaco di Vicenza Achille Variati e dell’assessore al turismo del Comune di Vicenza Massimo Pecori.
ore 09:55 Saluti del Capo di Gabinetto della Provincia di Vicenza Dino Secco.
Intervento della provincia di Vicenza: presentazione piano di rete provinciale degli itinerari ciclabili.
ore 10:20 Saluti dell’Assessore alle Politiche del Turismo della regione Veneto Marino Finozzi.
Regione Veneto: Rete Escursionistica Veneta, posizionamento della segnaletica su 1.000 km di itinerari cicloturistici.
ore 10:40 Richard Weston, università di Central Lancashire (UK). La ricaduta economica della rete Eurovelo.
ore 11:10 Romolo Solari: la proposta Bicitalia della FIAB. I progetti per il suo sviluppo.
Ore 11:25 Roberto Mollica Europroject Consulting: Impatti socio-economici e finanziamento delle infrastrutture ciclabili
ore 11:40 Elena Riatti di Zeppelin/Girolibero: vacanze in bicicletta come opportunità imprenditoriale.
ore 12:00 Tiziano Ruffilli, Circuito Città d'Arte della pianura Padana: Biciclette a Fiumi: il cicloturismo strumento di solidarietà per le aree terremotate.
ore 12:15 conclusioni da parte del Direttore della FIAB Giuseppe Merlin.
ore 12:20 Intervento a conclusione del mandato del Presidente della FIAB Antonio Dalla Venezia.
Ore 12:50 Ringraziamenti e premiazioni personalità nazionali “Amiche della Bicicletta”. Collegamento in diretta con Maurizio Guagnetti per RadioBici 020.
ore 13:30 Buffet per i delegati e gli invitati
Ore 14:30 Comunicazioni; presentazione del Bilancio; mozioni assembleari e modifiche regolamentari. Presentazione aree FIAB. Presentazione dei candidati alle cariche sociali.
Ore 19:00 Trasferimento partecipanti presso i rispettivi alberghi
Ore 20:00 cena di gala “Vent’anni di Tuttinbici” presso NH Hotel v.le San Lazzaro, 110.
 
Domenica 7 aprile 2013
Proseguimento lavori Assemblea Nazionale FIAB Onlus
Ore 9:15 Nomina Comitato elettorale, votazioni per l'elezione organi sociali; approvazione bilancio; votazioni altri punti all'ordine del giorno; relazioni Gruppi di lavoro FIAB; varie;proclamazione degli eletti alle cariche sociali e invito alla successiva Assemblea Nazionale.
Riunione nuovo Consiglio Nazionale per elezione Consiglio di Presidenza provvisorio.
Ore 13:30 Chiusura dei lavori, consegna cestino pranzo ai delegati e saluti.

La Trans d´Havet sul tetto d´Europa col pieno di stelle

31 33 gdv f1 66731 33 gdv f1 660

Il campionato europeo di Ultraskirunning, categoria di corsa in montagna terreno di “caccia” degli specialisti dell´impossibile, approda sulle montagne del Vicentino. L´appuntamento è con la Trans d´Havet, 80 chilometri da Piovene Rocchette a Valdagno, lungo le Piccole Dolomiti: l´appuntamento è per sabato 27 luglio. Dopo il successo della prima edizione del 2012, grazie all´impegno del gruppo organizzatore guidato da Enrico Pollini che si avvale della preziosa collaborazione dell´Ana provinciale che ha lavorato per curare ogni dettaglio, la gara si presenta nel calendario 2013 con l´edizione due, proponendo anche interessanti novità, su tutte l´inserimento nel calendario internazionale.

Leggi tutto: La Trans d´Havet sul tetto d´Europa col pieno di stelle

Trekking Bike scopre il Vicentino

P1080652_p
Roberto Astuni, presidente degli albergatori di Bassano aderenti all'Umce, ha aderito alla proposta del presidente di Vicenza è Dino Secco di incontrare il giornalista tedesco Armin Herb che, con il fotografo Daniel Simon, ha visitato il vicentino per la rivista di cicloturisti Trekking bike che ha programmato un servizio. Astuni, titolare del bike hotel Alla Corte, ha presentato le grandi opportunità offerte dalla ciclopista del Brenta, che appassiona un sempre maggior numero di appassionati della 2 ruote, e i vari servizi predisposti per i cicloturisti.

Rafting sul Brenta: SPECIALE Palio delle Zattere di Valstagna (VI)

 
 
L'Ivan Team offre un posto in prima fila per assistere alla 26a edizione del Palio delle Zattere, la storica e suggestiva manifestazione, unica nel suo genere, che vede ogni anno le contrade di Valstagna (VI) contendersi il prezioso drappo rosso scendendo il fiume Brenta su rudimentali zattere di legno, un tempo utilizzate per il trasporto della legna a Venezia. Una discesa di rafting sicura ed accessibile a tutti, anche ai bambini, durante la quale è prevista una sosta per assistere da vicino allo spettacolo del passaggio delle zattere in diretta dal fiume.
 
Programma:
Ore 14.30 ritrovo presso il Centro Nazionale Rafting e Canoa Ivan Team,
Ore 15.00 inizio dell'attività con sosta prevista in un luogo particolarmente suggestivo lungo il fiume, da cui si potrà assistere al passaggio delle zattere. Durata totale prevista: circa 3 ore.
Quota di partecipazione: 35,00 € a persona (25,00 € per i ragazzi fino a 16 anni).
La quota comprende: discesa di rafting; dotazione di tutto l'equipaggiamento tecnico necessario omologato secondo le più recenti direttive comunitarie; Guida Rafting abilitata dalla Federazione Italiana Rafting per tutta la durata dell'attività; briefing teorico pre-attività, durante il quale vi verranno spiegate le manovre fondamentali per la discesa e le necessarie misure di sicurezza; polizza assicurativa; trasferimenti con i mezzi messi a disposizione dall'Ivan Team; possibilità di usufruire di servizi igienici, docce, spogliatoi, parcheggi, aree verdi, aree ristoro ed aree pic-nic del Centro.
 
PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
IVAN TEAM sas di Ivan Pontarollo e Co.
Via Fontanazzi, 1 - 36020 Solagna (VI)
0424.558250 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.ivanteam.com

Vicenza in bicicletta

Una presentazione dei paesaggi da percorrere in bicicletta in provincia di Vicenza.

Vicenza Sport Commission a ExpoBici 2011

La Regione Veneto ha presentato il progetto “Veneto in bicicletta – itinerari ed escursioni”: si tratta del piano adottato dalla Giunta regionale per promuovere una visitazione del Veneto a misura d’uomo e per tutti, individuando una serie di itinerari cicloturistici che saranno divulgati e promossi attraverso diversi media. I percorsi sono divisi in due categorie: il “viaggio in bici” di una settimana con sei pernottamenti, e il “weekend in bici” che comprende uno o due pernottamenti. E'stato presentato il nuovissimo roadbook "Veneto in bicicletta" realizzato dalla Regione Veneto per presentare i principali itinerari cicloturistici regionali. Sono percorsi facili da affrontare, per cicloturisti di tutte le età e per famiglie, in territori di grande suggestione naturalistica, storica, culturale ed enogastronomica. I paesaggi del Palladio è la sezione dedicata al Vicentno con un itinerario che partendo da Vicenza raggiunge Fimon. Il consorzio Vicenza è ha partecipato all'evento portando le proposte cicloturistiche della nostra provincia, offerte al pubblico dell'affollata fiera da sabato 24 a luendì 26 settembre.

expobici

MTBO 2011: -7. Cerimonia d'apertura a emissioni zero con i veicoli elettrici di Bike Boutique

Lunedì 15 agosto

SCALATO IL PASUBIO. Una bella giornata di sole ha accompagnati ieri il comitato organizzatore nella scalata al Monte Pasubio. Con le maglie e lo striscione ufficiale del Mondiale, la delegazione di MTBO 2011 ha affrontato la celebre Strade delle 52 Gallerie, scattando numerose foto commemorative. Un modo anche per "fare squadra" a una settimana dall'evento iridato (nella foto, l'event director Gabriele Viale).

MTBO 2011 A SAREGO. C'è anche Sarego tra le 23 amministrazioni comunali partner dei campionati del mondo. Uno stand promozionale dell'evento mondiale era presente in questi giorni nel comune dell'area berica, sede della popolare Sagra dell'Assunta e del concorso canoro "Sarego Famosi". (foto)

VEICOLI ELETTRICI CON BIKE BOUTIQUE. L'orienteering, lo sport dei boschi per antonomasia, dimostra ancora una volta una grande sensibilità ecologica. Saranno a emissioni zero infatti i veicoli a supporto dell'organizzazione per i trasferimenti dai parcheggi ai centri gara nei centri storici. Bike Boutique, azienda vicentina con sede in stradella San Marcello, metterà a disposizione degli organizzatori due veicoli elettrici Birò per i transfer cittadini, al fine di ridurre l'impatto ambientale nel centro storico. I mezzi Birò sfileranno anche durante la cerimonia di apertura di lunedì 22 agosto lungo Corso Palladio fino a piazza dei Signori.

BEPI SIMONI, DAI TRACCIATI AL PC. Un altro elemento portante dell'organizzazione tecnica è Giuseppe "Bepi" Simoni. Il presidente del Comitato Trentino della Fiso ha messo a disposizione tutta la sua esperienza di dirigente sportivo, che vanta tra l'altro ben 2 campionati del mondo (JWOC 2009 e mondiali ISF 2011), oltre a numerose 5 giorni e gare internazionali. Nel comitato MTBO 2011 Bepi è il supervisore di tutti i percorsi di gara e il tracciatore delle qualificazioni Long e della finale Sprint. Coordina inoltre il team dell'elaborazione dati grazie alla lunga esperienza in campo informatico.

MTBO 2011: -9. A Vicenza Marko Kantaneva, l'inventore del Nordic Walking

Sabato 13 agosto

MARKO KANTANEVA A VICENZA. L'alleanza tra orienteering e nordic walking porterà a Vicenza in occasione del Mondiale un ospite illustre. Si tratta di Marko Kantaneva, il fondatore della moderna camminata con bastoncini e tuttora un riferimento per gli appassionati della disciplina nordica. Dal 1996 Kantaneva ha dedicato i suoi studi all'evoluzione di questo sport, che da allora iniziò a diffondersi in tutto il mondo. Durante la settimana del Mondiale l'associazione Nordic Walking Vicenza organizza le attività collaterali di Nordic Walking, che diventano anche un'opportunità di conoscenza del territorio. In calendario vi sono infatti cinque tappe, ciascuna legata a un tema nelle diverse zone della Provincia: cultura, arte, storia, ambiente e gastronomia. A camminare con i partecipanti ci sarà anche Marko Kantaneva, per scoprire le bellezze di Vicenza a passo di nordic.

PUBBLICATA SUL SITO LA BROCHURE UFFICIALE. È stata pubblicata sul sito www.mtbo2011.org (sezione download) la brochure ufficiale del Mondiale, realizzata dall'area marketing del comitato organizzatore. Fondamentale il contributo di Graphixline, l'agenzia che ha curato l'immagine coordinata del Mondiale e ideato il messaggio "Più valore al territorio", espressione del principale obiettivo dell'evento: la valorizzazione del territorio veneto e vicentino.

CARTE AFFIDATE AD ANGELO FRIGHETTO. Iniziamo a conoscere le persone che hanno lavorato dietro le quinte dei campionati del mondo MTBO 2011. Angelo Frighetto si è occupato del coordinamento cartografico di tutte le mappe, aggiornando inoltre come rilevatore la mappa della finale Middle distance. La sua presenza è stata una risorsa preziosa staff vista la sua conoscenza dell'inglese, essendo Angelo nato e cresciuto in Australia. Ha coordinato i training camp di avvicinamento al Campionato del Mondo, che nei mesi precedenti il Mondiale hanno portato in terra berica le migliori nazionali e i top biker.

MTBO 2011: -13. Il Mondiale in tasca con Race Center Suite

Martedì 9 agosto

RISULTATI LIVE CON RACE CENTER SUITE. Per la pubblicazione dei risultati durante le gare dei campionati del mondo verrà utilizzato il software Race Center Suite (www.RaceCenterSuite.com), attraverso il quale sarà possibile mostrare in tempo reale l'andamento della competizione sugli schermi posizionati all'arrivo, grazie alla partnership già annunciata con Sharp. Contemporaneamente verrà garantita la possibilità di seguire il mondiale da casa, tramite la trasmissione dei risultati live su internet.

IL MONDIALE IN TASCA. La partnership con Race Center Suite ha dato vita a un nuovo e innovativo progetto, che consentirà di rimanere costantemente in contatto con il Mondiale in qualsiasi posto ci si trovi. Una semplice e intuitiva app (compatibile con ogni smartphone) permetterà di accedere velocemente con il proprio telefonino a news, griglie di partenza e naturalmente ai risultati delle gare iridate.

TEAM BUILDING SUL PASUBIO. «Fare squadra per essere vincenti». È il motto dell'Event Director del Mondiale Gabriele Viale, che per domenica 14 agosto propone un'attività di team building sul Pasubio rivolta a tutto lo staff e non solo. Gli organizzatori affronteranno la Strada delle 52 Gallerie indossando le maglie ufficiali del Campionato del Mondo. Il ritrovo è fissato alle 8.30 a passo Xomo (Valli del Pasubio); la partecipazione è estesa a tutti i partner/affezionati del mondiale di MTB Orienteering.

Presentata la nuova guida “Vicenza Ciclo Tour”

05_18_gdv_f1_363

 

Presentata lunedì 4 luglio, la guida “Vicenza Ciclo Tour”

Questa prima guida “Vicenza Ciclo Tour” edita da Zel edizioni con il concorso di Friuladria, si apprezza soprattutto dopo aver letto i 3 cicloitinerari alla scoperta del territorio vicentino, naturalmente in bicicletta. Veramente una bella guida per un’ottima lettura ma, in particolare, per una fruttuosa scampagnata.

Il territorio vicentino si presta molto, a dire il vero, e anche i più attenti operatori turistici si sono resi conto quanti appassionati può attrarre ognuno dei tour possibili. Per questo si sono attivati per fornire servizi adeguati ai cicloamatori, fra cui il ricovero delle bici, una piccola ma fornita officina, la possibilità di lavare le tute, il saper reperire una guida disposta a muoversi a sua volta in bicicletta, un menù adatto a chi fa attività sportiva.

A Vicenza poi si trovano organizzazioni importanti per chi ama muoversi in bici, da Zeppelin (www.zeppelin.it e www.girolibero.it) a Jonas (www.jonas.it e www.circoloviaggi.it), da Fiab Tuttinbici (www.tuttinbici.it) alla scuola di mountain bike (www.bericamtb.it), assieme a produttori di biciclette e di componenti, a partire dalla storica Campagnolo per arrivare a Selle Royal, aziende che gli appassionati talvolta vorrebbero poter visitare.

E poi ci sono personaggi come David Scalia, un americano quarantenne, titolare dell’officina Prontobici di contrà Pedemuro S. Biagio, dove è riuscito a trasformare in un lavoro la sua passione di restaurare biciclette. Mentre visitando Bike Boutique di stradella S. Marcello può tornare la voglia di andare in bicicletta, dato che vi si può trovare la più ampia scelta di biciclette da passeggio, in stile vintage, anche a noleggio.

La passione per la bici da noi è diffusa e lo si vede dalle numerose manifestazioni che vengono organizzate in tutta la provincia per soddisfare la domanda degli amatoriali, tanto che è stata costituita una sezione Vicenza Sport Commission (www.vicenzasportcommission.com) per trovare un punto di incontro fra turismo e sport, dove lo sport della bicicletta ha un posto molto importante. E aumentano, anno dopo anno, le piste ciclabili, anche se non possiamo ancora contare sui 1000 kilometri ciclabili fra malghe e alpeggi del Tirolo o sui 700 kilometri lungo i fiumi o sui servizi di trasporto delle bici in treno o su tutte le corse dei pullman.

Il sogno, che anche questa “Vicenza Ciclo Tour” può contribuire a far realizzare, è rappresentato dal totale recupero del sedime della ferrovia dismessa Treviso-Ostiglia che deve poter diventare quanto prima tutta, ininterrotta, pista ciclabile.

La guida sarà disponibile per i turisti presso gli Uffici Informazione e Accoglienza turistica della Provincia di Vicenza.

L’Us Asiago Sci apre a Malga Rivetta la stagione 2010-11 dello sci alpino

 

us.asiago

L’ US Asiago Sci  rinnova anche per il 2011 l’apertura della sua  stagione agonistica di sci alpino sulle piste di Malga Rivetta organizzando la prima prova del Gran Prix “ragazzi-allievi” Circoscrizione di Vicenza. La località trentina, posta appena a valle del Passo Vezzena, ben si presta per una gara giovanile soprattutto grazie all’ottimo innevamento sul quale può contare. Le abbondanti nevicate degli scorsi mesi e la “quota parte” di innevamento artificiale predisposto dai gestori consente allo staff organizzativo dell’Us Asiago Sci di presentare un campo-gara in perfette condizioni di agibilità e sicurezza anche perché le recenti piogge non hanno arrecato danno mentre le temperature rigide di questi giorni hanno consolidato ulteriormente il manto nevoso. Rifacendosi alle edizioni più recenti Domenica 9 gennaio al via i concorrenti saranno circa centocinquanta suddivisi fra “allievi” e “ragazzi”, maschi e femmine. Le gare del circuito vicentino sono complessivamente sei: due slalom, due “giganti” ed altrettanti super-g. Successivamente si passerà alle finali regionali.

A Malga Rivetta i concorrenti inizieranno con lo slalom speciale. C’è una novità regolamentare: si correrà affrontando un solo paletto.Questa  e le altre modifiche di carattere tecnico introdotte da questa stagione agonistica  sono state presentate agli sci club vicentini riuniti appositamente dal presidente provinciale Fisi Silvano Panozzo.Gli “allievi”, i nati nel 95-96,  saranno impegnati su due manche. Discesa unica invece per i “ragazzi”(97-98).Per le categorie in gara  squadre agonistiche dell’Us Asiago si presentano con una ventina di effettivi e disponendo di buone individualità possono anche puntare a qualche podio. Del resto l’allieva Stefania Carli già si è messa in luce. La manifestazione proposta dall’ Us Asiago Sci, società costituitasi nell’ormai lontano 1922, è sponsorizzata da Aviva, compagnia d’assicurazioni, come avvenuto  in precedenti circostanze.

 UFFICIO STAMPA Giornalismo e Comunicazione

Renato Angonese: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 0445.891469

Delfino Sartori: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 338.2995152

32° Dolomiti Moto International A.A

32° DOLOMITI MOTO

International A.A. 2010

Commerciale Mattarollo

2-3-4-5  Settembre ‘10

Una manifestazione di 2-3-4 giorni con giri guidati e raid nelle piccole DOLOMITI con avvicinamento a TREVISO - Partenza a RECOARO TERME (VI) tappe a TRENTO, VICENZA e VENEZIA dal 2.3.4.5 Settembre '10(ma anche ad un solo giorno) PER ULTERIORI INFORMAZIONI: Altre notizie sul sito: www.motoclubspinea-ve.com - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  PER LE PRENOTAZIONI ALBERGHIERE con la PREISCRIZIONE è opportuno inviare un acconto del 50% della spesa minimo di 50 e a persona a mezzo: Assegno Non Trasferibile - Bonifico Bancario (Coordinate Bancarie UNICREDIT AGENZIA DI SPINEA (VE) IBAN: IT03G0200836330 0000 96045506) intestato a Moto Club Spinea per 32° DOLOMITI.

L'invito è per tutti gli amici motociclisti, con qualsiasi tipo di moto, per il primo weekend di settembre dal 2 al 5 (ma ci potrete raggiungere anche per un solo giorno o un giorno prima e partire il giorno dopo) con avvicinamento a Treviso, nella prima e seconda giornata, per iniziare assieme l’evento, e per vivere il Dolomiti con il RAID -1- SULLA STRADA DELL’ARCHITETTURA transitando per le celebri ville della Marca e raggiungere la località di RECOARO TERME, base della manifestazione, con la possibilità di visitare qualche villa sui percorsi studiati appositamente per voi e guidati dai nostri collaboratori. Il programma è intenso come al solito, ricco di contenuti e azioni; ci porterà poi ad un mini corso di guida sicura - al RAID -2- della GRANDE GUERRA – al RAID -3- DELLE FONTI E DEI LAGHI nelle Piccole DOLOMITI e in Trentino al RAID -4- DEL PALLADIO e COLLI BERICI, per chiudere con il pranzo in un ex Monastero del 1400 nei colli Berici ed eventualmente poi a SPINEA per raggiungere il centro storico di Venezia per la REGATA STORICA. L’appuntamento nelle sue consuete caratteristiche di TURISMO e SPORT insieme, intese a far scoprire ai motociclisti il turismo a piccolo e medio raggio in moto, LA STORIA, l’ARTE, la CULTURA, la GASTRONOMIA LOCALE, nonché quella piccola parte pseudo sportiva regolaristica del motociclismo con il MOTORAID, aggiungendo anche dei momenti EDUCATIVI DIDATTICI DI GUIDA SICURA, con test e prove tecniche e la serata S.O.S. INCIDENTI di sensibilizzazione aperta a tutti gli utenti della strada.

 

LA SEGRETERIA DELL’ORGANIZZAZIONE in orari di ufficio fino alle ore 21:00 è posta in - via CAPITANIO N. 39 - 30038 SPINEA - VE tel. 041.990878 e fax 041.5411447, mentre nei giorni del Dolomiti dal 2/9 al 3/9 presso l’Ufficio IAT del Consorzio di RECOARO, in Via Roma, tel. 0445.75070, info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure al cellulare 338.6271106 Gigi Faraon – 338.1086201 Luigino Berlose.

Presentazione Final Six 2010 -Eurolega Hockey su Pista

 COMUNICATO STAMPA - Valdagno, 18 maggio 2010

 

Conferenza stampa, presentazione Final Six 2010 Eurolega di Hockey su Pista

 

 

Lunedì prossimo 24 maggio - ore 10.30, Sala Giunta del Municipio di Valdagno (Piazza del Comune, 8) - verrà presentato alla stampa il calendario completo dell’organizzazione della Final Six 2010 Eurolega di hockey su pista, che si svolgerà a Valdagno nei giorni dal 27 al 30 del mese di maggio.

 

Alla conferenza stampa saranno presenti:

  • il sindaco di Valdagno, Alberto Neri;

  • l’assessore allo sport di Valdagno, Alessandro Grainer;

  • il presidente della società Hockey Città di Valdagno, Dino Repele;

  • il segretario generale della Lega Hockey, Cesare Ariatti;

  • il presidente del Comitato Provinciale CONI, Umberto Nicolai;

  • il presidente del Comitato Regionale FIHP (Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio), Giorgio Grigolato.

 

Eurolega è la principale competizione europea di hockey su pista. La Final Six 2010 ne è la conclusione, che vedrà confrontarsi per l’assegnazione del titolo le migliori 6 squadre europee della stagione.

La manifestazione si svolgerà a Valdagno, presso il Palalido, dal 27 al 30 di maggio.

L’organizzazione della Final Six 2010 è a cura della società Hockey Città di Valdagno, in collaborazione con il Comune di Valdagno.

 

La stampa è invitata a partecipare.

 

Granfondo fi'zi:k: Una prima edizione vincente su tutti i fronti

 Schio - Vicenza - Italy 1° maggio 2010

Comunicato stampa n.6 del 1 Maggio

Granfondo fi'zi:k:  Una prima edizione vincente su tutti i fronti
2.200 partenti, percorsi entusiastici e trionfo di Kairelis e Luperini

Il centro di Schio era ancora sonnecchiante quando, di buon'ora, è iniziata
l'invasione pacifica, colorata e vivace dei 2.200 ciclisti pronti a partire
per una nuova avventura. Un percorso inedito per la maggior parte dei
partecipanti ma che ha sbalordito tutti per l'aspetto paesaggistico. In gara
tutti gli specialisti delle Granfondo e tanti, tantissimi pedalatori della
domenica. Tra i 2.200 c'erano ben 451 vicentini.
Ospiti della gara anche numerosi professionisti tra cui Michael Rasmussen,
Gianluca Brambilla (Colnago Csf) e tre atleti della Lampre, Andrea Brendene,
Angelo Furlan, Mauro Da Dalto.
Lo spettacolo è stato certamente uno di quelli da ricordare e raccontare a
chi si è perso la prima delle due giornate scledensi interamente dedicate al
ciclismo, oggi su strada, domani mountain bike con la Valleogra Mtb Race.
Un timido sole primaverile ha accompagnato gli atleti prima della partenza e
quando il responsabile commerciale dell'azienda fi'zi:k, Gabriele
Benedetti, anch'esso in gara, ha dato il via, il rumore delle ruote e dei
pedali ha segnato per tutti i partecipanti l'inizio di una gara davvero
avvincente.
Grande logistica da parte dell' organizzazione che ha saputo risolvere le
problematiche impreviste, anche quelle dell'ultima ora che ha visto il
percorso accorciarsi, eliminando di fatto il passaggio al Passo Sella.
Partiti subito con un passo sostenuto, dopo quarantacinque chilometri di
gara, Simone Boscaini in località Tonezza passa davanti a tutti con un
discreto vantaggio su un gruppo di inseguitori di circa 30 atleti. Poco
prima di giungere al colle Xomo passa al comando Matteo Cassini, classe '76
della Giordana Cipollini Tuttosport.com ma viene subito raggiunto da altri
due atleti, Davide Montanari, classe '72 del team Uc Emporio Bici Max team e
Michele Tomasi.
I tre, dopo un'ora di gara, continuano a comandare la testa della corsa,
inseguiti da un nutrito gruppo  che li controlla a distanza. Allo
scollinamento Xomo diventano cinque gli atleti al comando: Stefano Tura,
classe '68 dell'Asd Blu Bike, Enrico Giordano, classe '84 del Team Strazzer,
Nicolò Ildos, classe '85 dell'Asd fi'zi:k Team,  Stefano Ganassi, classe '59
dell'Asd Cooperatori Unipol e il solito Matteo Cassini. Verso il 60°
chilometro, vicino a Santa Caterina, il quintetto di testa viene raggiunto
da alcuni inseguitori e si forma un gruppetto di quindici atleti al comando
a dettare il ritmo.
Al 77° chilometro i ciclisti scelgono se fare il medio corto o il lungo. A
quel punto rimane in testa per il corto un gruppetto che si sgrana piano
piano fino all'ultima discesa in cui rimangono in sei al comando. Arrivati
all'ultima curva grande volata che vede trionfare Adriano Lorenzi, classe
'67, del team Avesani bike, davanti al giovanissimo classe '84 Luca Manfredi
dell' Asd Team Pianeta Bici Cervelo e ultimo gradino del podio per Enrico
Giordano del Team Strazzer. Ricordiamo che Lorenzi, nel 1985 ha vinto il
Mondiale Categoria Juniores con Mario Cipollini.
Tra le donne, successo invece della vicentina Martina Zanon dell'Asd bike
Emmegi Time che rifila un distacco di 1'03" a Serena Gazzini, dell'
Arcobaleno Carraro Team, terza a 3'17" Monica Bonfanti del GS Massi
Supermercatiz Brivio.
La gara continua nel frattempo per chi ha scelto il lungo, un percorso
davvero impegnativo nonostante, come già detto, l'esclusione del Passo Sella
dal tracciato.
Alla salita di Faedo passa un quartetto in testa alla corsa composto dal
portacolori fi'zi:k Nicolò Ildos, Phicgo Gotsch, Hubert Krys e Dainius
Kairelis, compagni di squadra nel team Giordana Cipollini Tuttosport.com.
Dainius, con l'aiuto del compagno lancia la fuga, mentre Huber controlla a
distanza Gotsch. Grazie all'ottimo lavoro di squadra, Kairelis passa al
Monte di Malo con circa 3' di vantaggio sugli inseguitori, e incrementa il
distacco portandolo a 5' sul Monte Magrè dove scende a 60 Km\h. Il suo
compagno di squadra, a 20 chilometri dall'arrivo, stacca con un azione di
forza Gotsch.
Quando Dainius percorre l'ultima curva a gomito, i numerosi spettatori
applaudono e lo accolgono festanti. Braccia al cielo, volto disteso per una
gara vinta con forza, intelligenza e lavoro di squadra. Alle sue spalle
arriva Krys e ultimo gradino del podio per Gotsch.
Tra le donne le attese della vigilia sono state rispettate. Fabiana Luperini
ha, infatti, dominato la gara femminile, staccando di oltre venti minuti
Passalacqua Daniela e Roberta Moschen che si sono giocate il secondo e terzo
gradino del podio in volata.
Roberto Cunico, è arrivato primo tra i quasi 500 vicentini presenti e ha
vinto il prestigioso Trofeo offerto da "Il Giornale di Vicenza"
Appuntamento a domani per un' altra giornata dedicata alle due ruote, ma
stavolta del fuoristrada, con la Valleogra Mtb Race. Giornata di festa per
l'azienda fi'zi:k anche per i risultati sportivi che ha ottenuto: buonissimo
nono posto assoluto per Nicolò Ildos e un sorprendente Gabriele Benedetti
giunto sessantaduesimo

Adriano Lorenzi, classe'67, veronese dell'Avesani bike, vincitore assoluto
Mediofondo maschile:
"Sono davvero contento, solitamente faccio i percorsi lunghi ma in questo
momento non ho la condizione, visto che sono tornato alle corse da poco dopo
anni di inattività. Quando riesco a scollinare bene posso fare la
differenza. Il percorso mi è piaciuto molto, e l'ho trovato impegnativo,
come è giusto che sia. Ho avuto un piccolo momento di crisi nella seconda
salita ma sono riuscito a recuperare in discesa. È stata una gara sempre a
rincorrere chi tentava di scappare, ma li abbiamo controllati bene. Ho già
vinto la mia scommessa tornando a gareggiare, spero di avere altre giornate
belle come queste".
Martina Zanon, classe '79, di Bassano del Grappa, dell'Asd Bike Emmegi Time,
vincitrice assoluta Mediofondo femminile:
"Che posso dire? il Challenge Giordana mi piace molto, è la mia terza
vittoria stagionale e questa di oggi ha un sapore diverso perché correvo in
casa. Percorso inedito e molto duro. È stata un giornata pesante per me, la
fatica si è sentita e dopo il bivio tra medio e lungo ho continuato a
spingere senza sapere quale era il mio distacco dalle altre. Temevo la
Gorini e la Moschen, ma la prima non l'ho vista in partenza e la seconda ha
girato nel lungo. Ora mi concentrerò sulle ultime due tappe del Giordana,
sperando di ripetere la bella gara di oggi"
Dainius Kairelis, classe '79, di Breganze, Giordana Cipollini
Tuttosport.com, vincitore assoluto Granfondo maschile:
"Oggi è stata molto dura perché ho pedalato per circa 60 km da solo
rintuzzando continuamente gli attacchi degli avversari. Gara molto nervosa,
non riuscivo a staccare in modo deciso i miei rivali molto determinati.
Conoscevo bene il percorso e, per fortuna, gli organizzatori hanno deciso di
togliere un tratto, a detta di molti, pericoloso. E' la mia seconda vittoria
dopo il passaggio alle Granfondo".
Hubert Krys, classe'83, Giordana Cipollini Tuttosport.com, secondo
classificato assoluto Granfondo maschile:
"Io e Dainius abbiamo cercato, subito dopo il bivio, di fare selezione per
capire chi poteva impensierirci; a quaranta chilometri dall'arrivo lui è
scattato e io ho provato a controllare Gotsch. Una volta sicuro del
vantaggio del mio compagno sono scattato quando mancavano circa venti
chilometri e mi è andata bene. Il tracciato è stato disegnato molto bene,
duro, con delle salite niente male"
Phicgo Gotsch, classe '84, terzo classificato assoluto Granfondo maschile:
"A metà gara ho provato a tirare un po' di più per tentare una fuga, forse
ho esagerato ma volevo puntare alla vittoria. Il terzo posto mi rende felice
lo stesso. Ora mi concentrerò su qualche gara in Austria per migliorarmi. Il
percorso mi è piaciuto molto, è stata una prima edizione niente male".
Fabiana Luperini, classe '74, Sc. Selle Italia Giordana, vincitrice assoluta
Granfondo femminile:
"Oggi il percorso era davvero duro ma quando la strada comincia a salire, mi
sento a mio agio. Come al solito non avevo rivali e ho fatto la gara sugli
uomini. Spero, prima o poi, di trovare qualche avversaria che possa
impensierirmi. La prossima Granfondo in programma e la Damiano Cunego".
 Foto e classifiche e disponibili anche al link:
http://www.sport-media.it/new/press_ev.php?rdm=42

Per qualsiasi informazione:
www.granfondofizik.it

Presentati a BIT Sport Land i Campionati Mondiali MTB-O 2011

MTB-O

Messa in moto lo scorso 11 gennaio con la presentazione ufficiale d’area di tutte le ventidue amministrazioni comunali coinvolte, viaggia spedita la macchina organizzativa del Campionato del Mondo Mountain Bike Orienteering che si disputerà il prossimo anno tra il 20 e il 28 agosto a Vicenza e provincia. Istituzioni e Pubbliche Amministrazioni hanno già patrocinato l’evento con in testa la Regione Veneto e la Provincia di Vicenza, insieme al Consorzio Vicenza è e Vicenza Sport Commision per la promozione della manifestazione sportiva, oltre chiaramente alle Amministrazioni dei Comuni sede di gara e non solo.
Alla guida del Comitato Organizzatore il manager Gabriele Viale già promotore e Ceo di grandi eventi sportivi, che si è messo a disposizione della Federazione Italiana Sport Orientamento per questo importante appuntamento di mondiale assoluto e giovanile di orientamento in Italia.
Palcoscenico dell’evento sarà il territorio della Provincia di Vicenza che già quest’anno in particolar modo nei Comuni di Arcugnano, Altavilla Vic., Montecchio Maggiore, Nanto e Brendola ospiterà tutti gli appuntamenti di avvicinamento alla settimana mondiale compresi gli allenamenti delle diverse rappresentative nazionali oltre  alle gare pre-mondiali e di Coppa in programma nel mese di settembre.
Nel particolare la settimana iridata vedrà invece coinvolta l’Area Berica, nei territori di Barbarano Vicentino, Villaga/Pozzolo, Sossano e di Alonte, Lonigo, Orgiano, San Germano e Sarego e che ospiteranno due prove mondiali per le specialità media distanza e staffetta,  i Comuni di Thiene e Carrè per la qualifica sulla lunga distanza, e i Comuni di Bassano e Marostica per la finale sprint in città e la kermesse di chiusura. Grande cerimonia di apertura e inaugurazione del mondiale invece nella splendida cornice palladina di Piazza dei Signori a Vicenza in grado di offrire un palcoscenico naturale di bellezza unica alle 30 nazioni e quasi mille atleti partecipanti.
Positivo anche il riscontro di media e sponsor privati che hanno già condiviso l’avventura mondiale con il Comitato Organizzatore e che nel palinsesto biennale predisposto per l’occasione, hanno già individuate numerosi progetti ed iniziative collaterali, di contorno al puro contesto sportivo del campionato del mondo e che amplificheranno la prospettiva e l’opportunità mondiale a 360 gradi anche nei contesti culturali, di turismo, arte, solidarietà e istruzione. In particolare citiamo la collaborazione con la Fondazione Città della Spenza ed il concorso di pittura per le scuole primarie e secondarie a tema “orientarsi in bici tra i miei colli”. 

Scheda Tecnica Campionati del Mondo MTB-O 2011

- Edizione n° 9
- Titoli in palio 8 (Sprint, Middle, Long, Relay categorie Elite e Junior)
- Nazioni partecipanti 30
- Numero atleti 750
- Indotto stimato 10.000 persone
- Impianti utilizzati – mappe  60 km quadrati
- Pernotti complessivi 7500
- Eventi collaterali  20
- Volontari e Organizzazione 300 persone

Vicenza Sport Commission a BIT Sport Land

CON UNO STAND IN FIERA A MILANO VICENZA SPORT COMMISSION PRESENTA L'OFFERTA TURISTICA SPORTIVA VICENTINA

Quest'anno BIT punta al turismo sportivo con una nuova area tematica rivolta all'outdoor, che coinvolge milioni di persone anche come scelta di acquisti e viaggi. BIT Sportland è una nuova area di 5.000 mq allestita nei padiglioni 6 e 10 declinata in tre sezioni espositive: bicicletta: ciclismo - su strada e pista - mountain bike; montagna: alpinismo, sci-alpinismo, freeclimbing, bouldering, canyoning, ghiaccio; golf.

Vicenza Sport Commission ha deciso di non perdere l'occasione e di promuovere gli eventi sportivi e l'offerta turistica sportiva del proprio territorio con uno stand espositivo, una conferenza stampa di presentazione dei Campionati del Mondo MTB Orienteering 2011 con la partecipazione di atleti della nazionale di MTB-O e della Federazione Italiana Sport Orienteering e del coordinatore generale Gabriele Viale ed alcuni appuntamenti di intrattenimento nell'area MTB e nell'area arrampicata, con la partecipazione di atleti ed enti sportivi: sabato si è esibito Dario Cerisara, atleta della Valleogra MTB Race, mentre domenica alcuni giovani sportivi dell'X Fighter Team (Giorgio Bendazzoli ed Elisa e Alessandro De Martini) hanno arrampicato sulla parete boulder. L'atleta vicentina Jenny Lavarda ha invece gareggiato in fiera per la Coppa Italia boulder.

BIT2010_MTBRace

 

Lo Sport è per tutti

LO SPORT E' PER TUTTI

Ciclo di conferenze sullo sport come stile di vita

L’assessorato allo sport ha organizzato per i prossimi mesi un ciclo di conferenze pubbliche dal titolo “Lo sport per tutti”. Le conferenze ospiteranno relatori di livello nazionale e tratteranno di alcuni temi di diretto interesse per il mondo sportivo e per le persone ad esso collegate come gli sportivi stessi, ma anche i genitori dei ragazzi, dirigenti e operatori delle associazioni, personale del mondo scolastico.

Si tratta di una prima concretizzazione dell’impegno preso nel programma di mandato di riportare il mondo dello sport e la sua importanza per la comunità al centro dell’interesse della città. In particolare, l’obiettivo è quello di promuovere quanto più possibile la pratica sportiva, non solo intesa come attività agonistica, ma anche e soprattutto come stile di vita attivo.

“L’obiettivo di questo primo ciclo – ha spiegato l’assessore allo sport Alessandro Grainer - è quello di iniziare a familiarizzare i cittadini e gli interessati con questi appuntamenti, per riproporli e svilupparli annualmente. Ritenere lo sport fondamentale per la formazione delle persone è ormai riduttivo e scontato. Infatti l’importanza dello sport travalica i terreni classici, fino a comprendere la prevenzione dalle malattie invalidanti e/o sociali, la promozione del territorio, fino allo sviluppo economico di una comunità. Il nostro obiettivo per i prossimo anni - che intendiamo percorrere anche attraverso un rilancio della promozione dello sport, ma anche attraverso una politica culturale e degli eventi – è quello di proporre lo sport come stile di vita, non solo come attività agonistica, portandolo anche al di fuori degli impianti e degli spazi dedicati, per fare in modo che la città stessa diventi una ‘città sportiva’ a tutto tondo.”

Leggi tutto: Lo Sport è per tutti

Al via la stagione invernale sull'altopiano di Asiago

Sull'Altopiano di Asiago prende il via la stagione invernale 2009/2010 con l'apertura sabato 14 e domenica 15 novembre, delle seguenti stazioni sciistiche:

 
SCI ALPINO
 
Roana Verena 2000 loc. Mezzaselva di Roana tel. 0424.66061
Aperti 4 impianti di risalita (2 seggiovie, 1 sciovia baby, 1 tapis roulant); tutte le piste sono state battute per uno sviluppo di circa 20 km.  L'innevamento varia da un minimo di 50 cm. ad un massimo di 70 cm.
 
SCI DI FONDO
 
Centro Fondo Gallio - Campomulo tel. 0424.445115
Agibili le piste Camposcuola, anello Verde Campomulo, Rossa Moline con varianti Lozze e Fiaretta per uno sviluppo di circa 45 km.
L'innevamento varia da un minimo di 50 cm. ad un massimo di 80 cm.
 
Centro Fondo Campolongo di Rotzo tel. 0424.66487
Agibili anello agonistico e pista Mandrielle per un totale di circa 20 km.
L'innevamento varia da un minimo di 30 cm. ad un massimo di 50 cm.
 
Per maggiori informazioni:
Ufficio IAT Altopiano di Asiago - tel. 0424 462661

sci_fondo

Orienteering Adriatic Meeting 2009

Orienteering Adriatic Meeting 2009 -  finale Park World Tour 2009
Un promettente weekend di emozioni  a Verona, Vicenza e Venezia.
13-15 novembre 2009

Anche quest'anno, dopo i successi delle scorse edizioni, il Veneto ospiterà nelle sue città più rapprensentative Verona, Vicenza e Venezia un grande evento sportivo di portata internazionale: L’Orienteering Adriac Meeting-Park World Tour.
Ben tre giorni di gare sono previsti: Venerdi 13 novembre 2009 si correrà nella splendida cornice della Verona notturna, Sabato 14 novembre invece sarà il turno di Vicenza che nel suo centro storico vedrà succedersi centinaia di atleti di vertice mondiale nel pomeriggio per la tappa internazionale PWT 2009. Nella mattinata di sabato vedremo invece gareggiare gli studenti delle scuole vicentine in gemellaggio con  delle scuole pugliesi, che parteciperanno a questo sport che ben si presta con finalità educative e formative come il rispetto delle regole, il senso di responsabilità e soprattutto la fruizione del territorio come palestra all'aperto.  L'ultima giornata sarà disputata invece a Venezia, città che accoglierà gli atleti in un paesaggio unico al mondo che non ha bisogno di presentazioni per la trentesima edizione del meeting di Venezia.

Gli eventi sono stati realizzati con il patrocinio del Comune di  Verona, Vicenza e, Venezia.

I Principali campionissimi  presenti: l’Italiano Misha Mamleev (russo di origine) recente bronzo ai mondiale di Ungheria, i campioni norvegesi Oystein Kvaal Osterbo (già campione del mondo), Mathias Bjugan (Campione mondiale Junior) e lo svedese  Troeng Mats (Campione di Svezia).  Le top femminili sono la finlandese Fincke, Anni-Maija e la svizzera Babel Lucie. Per l’italia in gara la campionessa in carica Nicole Scalet.

400 atleti al via in rappresenta di undici  nazioni:  Austria, Finlandia, Italia, Lituania, Norvegia, Portogallo, Rep. Ceka, Romania,  Svezia, Svizzera, Ungheria, 

Sport e Turismo un binomio vincente nel veneto. Un'osservazione a parte merita il l’obiettivo di  di valorizzare del territorio attraverso la creazione di collegamenti tra l'attività sportiva e le tipicità locali. In effetti oltre alle gare sono previste degustazioni di prodotti tipici e visita della città. Il sabato sera infatti il punto di ritrovo si sposta verso le ultime pendici dei Colli Berici e più precisamente a Lonigo presso l'azienda viti-vinicola Cris. Qui sarà possibile visitare la cantina, i laboratori di produzione  e degustare alcuni vini vicentini.  Si terminerà il tour vicentino con un atteso pasta-party dai sapori tipici e con l'intrattenimento del musicista Nick Manfredi molto popolare nel nord-Europa.

 Importante in questo senso appare il tentativo di creare un'occasione per atleti e non solo, per far conoscere un territorio ricco di numerose bellezze storiche, artistiche e ancor più paesaggistiche uniche al mondo e che meritano di essere valorizzate e conosciute; in particolar modo si punterà sui sapori tipici legati alla terra e sulla cultura locale ottimi spunti in grado di comunicare emozioni irripetibili.

 

DAY 1 - Venerdi 13 Novembre 2009 Verona by Night

in cooperazione con Asd Orientexpress VR


“I^ tappa Adriatic Meeting”

ore 18:00 ritrovo piazza Mura Gallieno

ore 19:30 partenza (P.za San Niccolò)

ore 20:45 saluti chiusura

 

DAY 2 - Sabato 14 Novembre 2009 Vicenza by day

city sprint in cooperazione con Asd VIORTEAM VI

“Vicenza Orienteering Day” manifestazione dedicata alle scuole vicentine

ore 9:00 raduno e partenza presso il Parco Querini

ore 11:45 saluto delle autorità

ore 12:00 premiazioni

 

“II^ tappa Adriatic Meeting – finale Park World Tour 2009”

ore 13:00 ritrovo presso Giardini Salvi (vicino a piazza Castello)
ore 14:00 partenza dai Giardini Salvi
ore 15.30 Premiazioni dei vicintori delle due giornate di gara ai Giardini Salvi
ore 16.30 Visita guidata alla città di Vicenza.
ore 19.30 Degustazioni tipiche, Pasta party e musica dal vivo con Nick Manfredi 22:00 chiusura

DAY 3 – Domenica 15 Novembre 2009 Venezia i “XXX° meeting  Città di Venezia”

ore 9:00 ritrovo in Arsenale

ore  9.30 prima partenza

14. 30 Premiazioni

 

Cos’è l’orienteering:

E’ il meraviglioso sport dei boschi che fa vivere emozioni stupende ai suoi praticanti. Si svolge all’aria aperta, tra boschi e colli, in pianura e nei centri storici. L’atleta orientista, munito di una carta topografica e di una bussola, sceglie liberamente di transitare nel minor tempo possibile per una serie di posti di controllo segnati sulla carta. Si pratica a piedi, in mountain bike oppure con gli sci da fondo. E’ prevista una specialità per portatori di handicap denominata Orienteering di precisione (TRAIL-O).

Breve Storia:

1897 si disputa la prima manifestazione in Norvegia.

1932 la prima gara internazionale tra Svezia, Norvegia e Finlandia.

1959, in Svezia, si costituisce l’I.O.F. (International Orienteering Federation)

1974 la prima gara di orienteeirng in Italia a Ronzone (Tn)

1978 si costituisce il COVIOR (Comitato Vicentino per lo sport dell’orientamento) fondato da Dario Rappo e Mario Dall’Amico.

1986 Il CONI riconosce questo sport ed approva la Federazione Italiana Sport Orientamento (FISO).

1996 Prima edizione circuito Internazionale Park World Tour a Vasa in Finlandia.

1997  Tappa Finale PWT in Italia (Venezia)

2004 Disputa dei Mondiali Master di Orienteering ad Asiago (VI)

 

Qualche numero:

2.000.000 di praticanti in Scandinavia, 1400 club sportivi.

 

Cos’è il Park World Tour
Il principale circuito di gare internazionali con formula sprint che assegna il trofeo PWT, con lo scopo di incrementare l’interesse e la conoscenza dell’Orienteering, organizzando le gare nei centri storici e/o nei parchi cittadini. In  modo da coinvolgere massicciamente i mass media ed il pubblico.

www.orienteering.it

 

 

La World Sport Destination Expo, prima fiera per il turismo sportivo

La prima edizione della World Sport Destination Expo, fiera mondiale interamente dedicata al turismo sportivo in tutto il mondo, avrà luogo a Johannesburg, Sud Africa, dal 5 al 9 giugno 2010, in concomitanza con la fase finale dei prossimi mondiali di calcio.

Benchè rivolta ai professionisti del settore, di sicuro anche l’utenza finale beneficerà di una manifestazione di questo genere: sono previsti 250.000 visitatori, tra i quali federazioni sportive, ministri ed enti del turismo di tutte le nazioni, leader di hotel e spa, e ovviamente CEO di tour operator di tutto il mondo, cosa che dovrebbe incentivare e far aumentare il numero di iniziative riguardanti questa forma di turismo spesso trascurata, che il più delle volte non va oltre a dei sbrigativi corsi più o meno professionali in strutture ricettive non specializzate.

News

Notizie da Vicenza Sport Commission

Comunicati stampa di Vicenza Sport Commission

Rassegna Stampa su Vicenza Sport Commission

Notizie da V.S.C.

Comunicati stampa

Rassegna stampa

Cerca nel sito

Traduttore automatico

itenfrdeptrues

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.vicenzasportcommission.com

Pagina Facebook